Cronaca Mirafiori Sud / Strada Comunale di Mirafiori

L'antica borgata rinasce: taglio del nastro in strada Comunale di Mirafiori

La via è nata nel Seicento, e si snoda in un borgo sorto nelle vicinanze dell'antico castello di Miraflores. La via è stata completamente restaurata, e riportata ad un antico splendore

È in una splendente giornata di sole che è stata ridonata alla cittadinanza Strada Comunale di Mirafiori, dopo un lungo intervento di riqualificazione durato molti mesi. Non a caso, al taglio del nastro hanno voluto partecipare tutti i protagonisti dell'operazione di recupero dell'antica via, dal sindaco Piero Fassino fino ai cittadini comuni, che hanno supportato (e sopportato) i cantieri che hanno chiuso la via per quasi un anno.

Per strada Comunale di Mirafiori, cuore dell'antica borgata secentesca, è stata rifatta la pavimentazione con un materiale differente a seconda delle funzioni (passaggi pedonali, carreggiata ecc) e sono state aggiunti dei nuovi arredi urbani. Il restayling è stato 605mila euro, per ridonare a Mirafiori il suo antico splendore.

6. Strada Comunale Mirafiori - foto GCavallo-2Quello che colpisce, in questa borgata, e che è stato sottolineato da tutti gli intervenuti nella inaugurazione, è la struttura ancora prettamente rurale del quartiere, caratterizzato da case basse e da vecchie cascine, eredi di quel borgo secentesco sorto attorno alla "fu" delizia di Carlo Emanuele I, donata alla moglie Catterina d'Asburgo e chiamata Miraflores. Qui, come ha ricordato il presidente della Circoscrizione Dieci Marco Novello, Torino era lontana: quando si doveva andare in centro si diceva semplicemente "Andoma a Turin". Da allora, molto è cambiato, ma strada Comunale di Mirafiori rimane un cimelio della nostra storia: "Rappresenza un pezzo di quella che era Torino, riportato ai giorni nostri", ha sottolineato il vicepresidente del consiglio regionale Fabrizio Comba. Una via che è sempre stata "cuore pulsante" della borgata, come ha ricordato l'assessore Claudio Lubatti: "La trasformazione di una città deve saper anche tramandare le proprie radici", ha concluso il sindaco Piero Fassino.

Prima del taglio del nastro, la nuova strada è stata benedetta dal parroco della chiesa di San Barnaba, don Gianmarco. E adesso che strada Comunale di Mirafiori è stata ridonata alla collettività, viene idealmente traghettata verso il futuro, e donata così alle prossime generazioni: piccolo monumento all'identità non solo di un quartiere, ma dell'intera città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'antica borgata rinasce: taglio del nastro in strada Comunale di Mirafiori

TorinoToday è in caricamento