Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Via Gorini

Tra le polemiche e la "veglia funebre" si inaugura l'inceneritore del Gerbido

Un folto gruppo di persone nella serata di ieri ha protestato esponendo due bare. Altrettanto faranno oggi durante l'inaugurazione dell'impianto in via Gorini. L'Arpa rassicura sull'impatto ambientale che il termovalorizzatore avrà

Si inaugura oggi il termovalorizzatore del Gerbido, l'impianto che tante polemiche si porta dietro da anni. L'ultima manifestazione di protesta è andata in scena ieri sera. Il Comitato "No Inceneritore Rifiuti Zero" hanno dato vita alla "Veglia funebre per la nostra salute", radunandosi in via Gorini a Torino ed esponendo due bare, simboli del loro futuro una volta che sarà avviato l'inceneritore. Durante la veglia, a cui ha partecipato un folto gruppo fatto anche da bambini, sono stati accese alcune fiaccole, mentre le forse dell'ordine vigilavano a distanza, senza che ci sia stato bisogno di intervenire.

"Succedono cose strane all'inceneritore del Gerbido - dicono dal Comitato -. Dall'1 all'8 giugno la linea 1 dell'impianto si è fermata, nessuno si è premurato di dirci perché. C'è stata un'esplosione, i cittadini l'hanno sentita, il Coordinamento l'ha denunciata, però tutto tace". La protesta è stata annunciata anche in mattinata durante l'inaugurazione del termovalorizzatore.

Quello che si apre oggi è un impianto che dovrebbe smaltire - secondo i dati di Trm - 421 mila tonnellate all'anno di rifiuti in tre linee gemelle. Secondo l'Arpa, interpellata più volte sull'impatto ambientale che l'inceneritore avrà su chi abita non tanto distante, ha detto che le emissioni sono sotto controllo e la popolazione può stare tranquilla nonostante qualche sforamento di monossido di carbonio. L'impianto è nuovo - hanno ancora aggiunto dall'Arpa - e non è inquinante come lo erano 25-30 anni fa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra le polemiche e la "veglia funebre" si inaugura l'inceneritore del Gerbido

TorinoToday è in caricamento