Il Regina Margherita cambia look, murales divertenti per rallegrare i bambini

I murales che si rincorrono sulle pareti del reparto di Chirurgia Intensiva raffigurano dei momenti di allegria nel mondo animale per rendere la degenza dei bambini più piacevole

foto di Gabriele Bolognesi

Murales divertenti che ritraggono momenti di allegria ispirati al mondo animale.

E' questa la nuova veste decorativa del reparto di Chirurgia Intensiva dell'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Un progetto che mira a rendere gli ambienti ospedalieri più vicini ai bambini.

La decorazione è stata voluta dalla Fondazione Ospedale Infantile Regina Margherita (F.O.R.M.A.) con l'apporto dei donatori e al lavoro della Fondazione "Anouk", che da anni si occupa della decorazione di strutture ospedaliere.

(L'articolo continua dopo la gallery)

“La bambinizzazione attraverso la realizzazione di ambienti più colorati e sereni è uno degli obiettivi prioritari della Fondazione – ha dichiarato Antonino Aidala, segretario di F.O.R.M.A. –. Questo perché siamo convinti che avere strutture ospedaliere sempre più “a misura di bambino” contribuisca a rendere il periodo di soggiorno di tanti piccoli pazienti in reparto meno difficile”.

Intervista a Gianpaolo Zanetti, Direttore Generale del Regina Margherita >>

La decorazione del reparto di Chirurgia Intensiva segue quelle già realizzate in radiologia, pronto soccorso ed altre ancora.

Si tratta di un notevole passo avanti nel progetto di umanizzazione della struttura ospedaliera che si conferma così un'eccellenza in tutti i campi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento