Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Parella / Corso Appio Claudio

Dopo due anni di lavoro inaugurata la nuova passerella del parco Carrara

Il ponte chiuso per burocrazia per alcuni mesi è stato aperto questa mattina. Potranno transitarci i pedoni e i ciclisti. Soddisfatta la circoscrizione Quattro

La passerella sulla Dora di corso Appio Claudio è finalmente realtà. Questa mattina il cantiere di Aes Torino Spa è stato finalmente aperto al transito dei pedoni e dei ciclisti. Gli uomini della ditta Ati di Settimo Torinese hanno levato le catene e i lucchetti dai quattro ingressi, i due presenti all’altezza di corso Telesio e i due presenti dentro il parco Carrara.

La passerella ciclo-pedonale ad anello è una struttura in acciaio del peso di 170 tonnellate, innalzata nel febbraio del 2011 con un’operazione davvero spettacolare. La passerella conta due percorsi, uno per senso di marcia. A metà tracciato si può trovare anche una targa realizzata in memoria di Mirna Terenziani, ingegnere che ha contribuito alla realizzazione dell’opera scomparsa prematuramente a soli 39 anni nel 2011 durante un viaggio in Nepal.

L’apertura del percorso, inoltre, non è passata inosservata ai residenti del quartiere che recentemente avevano manifestato proprio a causa dei ritardi nell’apertura. I lavori della pista che ospita i tubi del teleriscaldamento, infatti, sarebbero dovuti terminare entro l’autunno scorso. La passerella, tuttavia, era stata tenuta chiusa soltanto per opportune verifiche e per i classici collaudi. Operazioni durate tre-quattro mesi “Mancavano i collaudi tecnici e l’accordo di utilizzo che va siglato tra Aes e il Comune di Torino – spiega il presidente della circoscrizione Quattro Claudio Cerrato -. Questa attesa però è finita e da stamattina i residenti possono tranquillamente utilizzare la passerella”.

Presenti agli ingressi ci sono ancora alcuni cartelli di protesta scritti dai residenti. Sui cartelli si chiede spiegazione sul motivo della persistente chiusura del ponte. “Ci hanno fatto preoccupare ma alla fine hanno aperto questo percorso – spiega Matteo, uno dei primi a varcare l’ingresso della ciclopista con la sua bici -. Ora chiediamo solo un po’ di attenzione contro gli atti vandalici. Sui muri, infatti, ci sono già alcuni disegni opera di un gruppetto di writer”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo due anni di lavoro inaugurata la nuova passerella del parco Carrara

TorinoToday è in caricamento