Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Piazza Castello

Inaugurata la Galleria Sabauda: completo il Polo Reale di Torino

Più di 500 le opere che i visitatori da oggi possono di nuovo ammirare nella Manica Nuova di Palazzo Reale. L'investimento per la Galleria ammonta a 35 milioni di euro

E' finalmente completo il Polo Reale di Torino che inserisce la città nel circuito dei più importanti centri d'arte europei. E' tornata infatti a casa, nella Manica Nuova di Palazzo Reale, la Galleria Sabauda, inaugurata ieri. Sono più di 500 le opere esposte nella storica pinacoteca dei Savoia, una delle più importanti in Italia. Tra queste spiccano i capolavori di alcuni fra i più grandi maestri italiani, fiamminghi e olandesi come Guercino, Giovan Battista Tiepolo, Rubens, Mantegna, Gentileschi e Van Dyck. Al taglio del nastro inaugurale hanno preso parte il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini; il sindaco Piero Fassino; i soprintendenti Mario Turetta e Edith Gabrielli; l'assessore regionale alla Cultura, Antonella Parigi; i vertici della Compagnia di San Paolo, Luca Remmert e della Fondazione Crt, Antonio Marocco; il presidente della Consulta Maurizio Cibrario.

"L'investimento per la Galleria Sabauda - ha spiegato Turetta - ammonta a 35 milioni di euro, di cui 17 della Compagnia di San Paolo, 8 della società Arcus in hanno partecipazioni i ministeri dei Beni Culturali e delle Infrastrutture, 5 dalla Regione Piemonte, 5 dal ministero dei Beni Culturali. E' un momento storico per Torino perché si tratta di una delle realtà museali più significative in Italia e non solo, un fiore all'occhiello".  La galleria, inaugurata ufficialmente il 2 ottobre 1832, fu voluta da Carlo Alberto per offrire al pubblico il nucleo più significativo delle collezioni di casa Savoia.

La nuova Galleria Sabauda, aperta al pubblico da oggi, si distribuisce su quattro piani e circa 8.000 mq di superficie, nella Manica Nuova ridisegnata dallo Studio Albini di Milano. Le opere si possono ammirare in ordine cronologico, dal Medioevo al Settecento, senza alcuna distinzione di scuola, con spazi ampi, percorsi semplici e supporti multimediali. "Con il Polo Reale che era stato progettato come un unicum e torna quindi alla sua integrità - ha detto il sindaco Fassino - si rafforza il profilo di Torino come città d'arte e di cultura. Grazie ad un importante lavoro di squadra, aumenta così l'offerta culturale di Torino e del Piemonte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata la Galleria Sabauda: completo il Polo Reale di Torino

TorinoToday è in caricamento