Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Nel processo sulla 'ndrangheta, coinvolto ex terrorista di Prima Linea

Nell'ambito del processo Minotauro sulla presenza della 'ndrangheta in Piemonte è stato coinvolto un ex terrorista di Prima Linea

Nell’elenco delle persone coinvolte nelle varie inchieste della Procura di Torino sulla ‘ndrangheta in Piemonte c’è anche un ex militante di Prima Linea, Francesco d.O., nato a Vibo Valentia. L’uomo ha sempre negato ogni legame con la criminalità organizzata, verso la quale si dice essere “in dissenso totale”; è stato in ogni modo condannato in appello a dieci anni di carcere nel filone “Crimine”, nel quale è in attesa della sentenza della Cassazione. Per il processo Minotauro, i pm hanno chiesto l’archiviazione.

La sua militanza a Prima Linea lo aveva portato ad essere arrestato negli anni ’80: per gli inquirenti, una volta tornato in libertà Francesco d. O. avrebbe stretto dei legami con l’ndrangheta. In “Crimine”, oltre al reato associativo, gli è stato contestato un episodio (la consegna di un giornale che sembrava contenere qualche cosa) rubricato come una violazione della legge sulle armi; i suoi difensori, però, ritengono che la sentenza d’appello si possa annullare.

In Minotauro, Francesco d. O. sembra aver partecipato assieme ad altri presunti membri dell’ndrangheta ad un incontro con l’assessore regionale Claudia Porchietto in vista delle elezioni. A tal proposito, interrogato dal procuratore Gian Carlo Caselli, l’imputato ha ammesso la sua presenza con una serie di distinguo, affermando: "Figuratevi se sono d'accordo con quelle idee politiche. Ho anche affermato che secondo me diceva delle sciocchezze".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel processo sulla 'ndrangheta, coinvolto ex terrorista di Prima Linea

TorinoToday è in caricamento