Cronaca

Pinerolo, finalmente un vero progetto per il post Olimpiadi: nasce l’Ice3Pole

C'è finalmente un progetto a lungo termine per le infrastrutture lasciate in eredità dalle Olimpiadi: presentato il nuovo complesso composto dall'Olympic Stadium, dal Curling Center e dalla centrale Ice Plaza

Nei cinque anni ormai trascorsi dal maestoso spettacolo dei Giochi di Torino 2006, molte delle numerose infrastrutture lasciate in eredità dall’evento olimpico hanno avuto modo di veder variata la propria considerazione. Preziosi gioiellini architettonici prima, ingombranti pesi morti poco dopo. Un brusco cambio di visione figlio della mancata capacità di guardare oltre l’Olimpiade e ragionare con lungimiranza al momento della loro costruzione.  Ma qualcosa, almeno a Pinerolo, sembra finalmente muoversi.

Dopo lunghi mesi conditi da battibecchi, sbadigli amministrativi e frenate burocratiche, nella cittadina ai piedi delle Valli Chisone e Pellice le strutture a cinque cerchi sono state coinvolte in un progetto a lungo termine in grado di sottrarle alla categoria di cattedrali nel deserto. E’ stato infatti ufficialmente presentato l’Ice3Pole, complesso dedicato agli sport del ghiaccio composto dall’Olympic Stadium, dal Curling Center e dalla centrale Ice Plaza. E, contestualmente, è stata scoperta la targa che sancisce il nuovo polo pinerolese quale Centro Federale della Fisg. Se l’unico appunto che può essere attualmente mosso riguarda la forzata anglofonia dei nomi scelti per le strutture, c’è davvero di che rallegrarsi.

Il Curling Center, ovvero la struttura costruita in occasione di Torino 2006 come pista d’allenamento per il curling e negli anni divenuta fulcro dell’intero movimento nazionale delle stone, è il fiore all’occhiello del nuovo polo. Nei prossimi giorni, infatti, entrerà in funzione l’impianto fotovoltaico di 115 KWp da poco installato sul tetto – esempio unico nel suo genere in Italia –, che permetterà un risparmio di circa 30.000 euro all’anno in energia elettrica ed una mancata emissione di anidride carbonica per oltre 2.000 tonnellate nell’arco dei 25 anni lungo i quali è garantito il suo funzionamento. I lavori, finanziati dall’Istituto per il Credito Sportivo, sono costati allo Sporting Club Pinerolo più di 500.000 euro, ma la spesa verrà riassorbita già nel giro di alcuni anni. In faccia al Curling Center risiede invece l’Olympic Stadium, il Palazzetto che ospitò il torneo olimpico di curling e che ora è dotato di una pista utilizzabile per pattinaggio di figura, short track ed hockey. Nel mezzo, infine, l’Ice Plaza, vasto spiazzo che potrà ospitare iniziative all’aperto del più vario genere.


Da Torino 2006 sono trascorsi cinque anni tribolati, durante i quali si sono avvicendati problemi ed intoppi. Ma, a giudicare dalla situazione in cui versa tutt’oggi una cospicua fetta dell’eredità olimpica, nel caso di Pinerolo è lecito abbozzare almeno un sorriso per la creazione del nuovissimo Ice3Pole. Futuro punto di raccordo, già si vocifera, tra l’impianto che dovrebbe sorgere presso l’ex Villaggio Olimpico a Torino e la nuova struttura in quota che nascerà a Sestriere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinerolo, finalmente un vero progetto per il post Olimpiadi: nasce l’Ice3Pole

TorinoToday è in caricamento