rotate-mobile
Cronaca

Ricercatore scambiato per terrorista, "colpa" di una equazione

La vittima è il professore di economia all'università della Pennsylvania, Guido Menzio

Lo hanno visto scrivere degli appunti in aereo, sembrava arabo secondo la signora bionda che ha avvertito le forze dell'ordine. E dunque lui un potenziale terrorista.

L'incredibile storia arriva dagli Stati Uniti ma riguarda un nostro connazionale, il professore di economia all'università della Pennsylvania Guido Menzio.

Come riporta il Washington Post, l'economista è stato fatto scendere da un volo tra Philadelfia e Siracuse. "Prima di decollare - ha raccontato Menzio attraverso internet - sono stato fatto scendere dall'aereo per un controllo". A farlo ritenere un potenziale terrorista la strana scrittura sui fogli. In realtà nient'altro se non appunti di algebra.

Gli agenti dell'Fbi lo hanno interrogato, hanno preteso di vedere i suoi scritti. Poi hanno capito che Menzio non era affatto un terrorista. "Li ho accompagnati nell'abitacolo e ho mostrato loro i miei calcoli matematici" ha spiegato ancora l'uomo. Il volo, una volta risolto il caso, è partito con due ore di ritardo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercatore scambiato per terrorista, "colpa" di una equazione

TorinoToday è in caricamento