Cronaca Settimo Torinese

Caos e panico a bordo del treno guasto: viaggiatori per tre ore senza aria e luce

Un treno Frecciarossa è rimasto fermo per oltre tre ore nella serata di ieri a causa di un guasto al locomotore. Finestrini quasi sigillati, aria condizionata fuori uso e luci spente hanno creato panico e caos tra i viaggiatori

Un'odissea durata oltre tre ore e mezza prima di poter scendere dal treno e mettere piede in stazione.

Decine i passeggeri che nella serata di ieri sono rimasti bloccati sul Frecciarossa 9576 partito da Salerno che sarebbe dovuto arrivare a Torino prima delle ore 19 e che, invece, non si è visto spuntare prima delle 23 a causa del guasto ad un locomotore. Un problema che non poteva essere riparato in loco e per cui si è necessitato di un locomotore trainante. Ma quello inviato inizialmente da Trenitalia pare che non sia riuscito - per questioni di peso - a spostare il Frecciarossa e così il calvario dei passeggeri è aumentato.

Finestrini quasi sigillati, aria condizionata fuori uso e luci spente. Non sono mancate vivaci proteste nell'attesa sul convoglio che era a pochi chilometri dalla destinazione, bloccato però tra Settimo Torinese e Porta Susa.

Qualcuno si è sentito male, qualcun altro ha chiamato i carabinieri sperando che almeno loro avrebbero potuto fare qualcosa. Ma niente. Visto il caldo all'interno delle carrozze sono state aperte le porte del treno, con un grave rischio di sicurezza perché qualcuno sarebbe potuto scendere sui binari che pian piano sono diventati bui. Un ragazzo ha anche spaccato un finestrino di emergenza per far entrare più aria.

Dopo oltre tre ore di attesa l'arrivo in stazione tra un mare di proteste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos e panico a bordo del treno guasto: viaggiatori per tre ore senza aria e luce

TorinoToday è in caricamento