rotate-mobile
Cronaca Centro / Via della Consolata

Computer in blocco all'anagrafe: è di nuovo caos

Code alla sede centrale e a quelle decentrate

E' di nuovo caos all'anagrafe. Questa mattina, lunedì 4 novembre, giorno in cui prende il via il nuovo sistema e per la carta di identità non è attiva solo la prenotazione ma anche la normale coda agli sportelli, la situazione si fa critica.

L'accesso libero ha evidentemente causato un "sovraffollamento" virtuale e sia alla sede centrale in via della Consolata che nelle altre sedi, i computer sono andati in blocco, così come il Nao, gestito dal Csi, il sistema utilizzato per gestire tutte le pratiche dell'anagrafe. Un guasto al quale i tecnici stanno cercando di rimediare ma che, hanno detto, non sarà una cosa di veloce risoluzione. E intanto le code si allungano: all'anagrafe centrale sono più di cinquanta le persone che attendono pazientemente - per ora - il loro turno e diverse decine nelle sedi decentrate in città. 

La polemica

"Questi litigano sui monopattini e fantasticano sui droni - commenta Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega in Comune e assessore regionale - intanto a Torino non funziona nemmeno l’anagrafe. Scandalosi! Quando tolgono il disturbo?".

Ad andare all'attacco, sulla mattinata di caos in anagrafe, anche Augusta Montaruli, parlamentare, e Maurizio Marrone, capogruppo FdI in regione: "Appendino deve dimettersi insieme a tutta la sua giunta. Torino non merita questo livello di incapacità".

"Togliere l'obbligo di prenotazione non è servito a nulla - spiega Marrone - anche oggi i torinesi che avevano necessità di rinnovare la carta d'identità si sono ritrovati davanti ad una situazione indecente. Code chilometriche e uffici in tilt per oltre un'ora. L'unica scelta da prendere in questi casi dovrebbe essere quella di dimettersi, riconoscendo la propria inadeguatezza".

"L'eredità lasciata dall'assessore all'"innovazione", poi promossa a Roma come ministro, è sotto gli occhi di tutti - ha dichiarato Montaruli -. Presenterò al più presto un'interrogazione in Parlamento affiché qualcuno risponda di questa vergogna davanti ai torinesi".    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Computer in blocco all'anagrafe: è di nuovo caos

TorinoToday è in caricamento