Cronaca

La protesta corre su Facebook, ecco la pagina con i problemi della città

Sta avendo molto successo l'iniziativa di un torinese che sta raccogliendo sul noto social network tutti i problemi presenti sotto la Mole

Ci sono le immagini dei rifiuti, quelle degli abusivi, i mercatini non autorizzati e le vie più pericolose. C’è di tutto e di più nella nuova pagina nata sul popolare social network Facebook allo scopo di segnalare i problemi della città. E ad oggi sono già 350 le persone iscritte a “Tutto quello che il Comune di Torino non vede o fa finta di non vedere”, un libro aperto verso i problemi della periferia. Dalla pulizia delle strada all’illegalità passando per il problema dei trasporti. A portare sul web le criticità è stato il signor Bruno, un residente del quartiere borgo Dora. “Sto facendo una bella raccolta di foto. Le migliori verranno inviate tutte al Comune – spiega il signor Bruno -. E poi voglio proprio vedere se questi signori avranno il coraggio di negare l’evidenza”. 

E’ bastato postare qualche foto per vedere i primi commenti e le prime segnalazioni. Le immagini, postate dal curatore, immortalano quello che succede ogni sabato e ogni domenica di fronte al parcheggio di San Pietro in Vincoli. “L’abusivismo regna incontrastato – racconta ancora Bruno -. Chi vive dalle parti di Porta Palazzo sa di cosa sto parlando. E qui siamo tutti stufi di non ricevere aiuti”. L’iniziativa non nasce solo per denunciare i problemi della circoscrizione Sette ma quelli di tutti gli altri quartieri della città. Qualcuno ha già provveduto a segnalare problemi di buche, rotonde pericolose o strade a rischio incidenti. Molte le persone che si lamentano per il problema rifiuti e che hanno deciso di allegare le foto della spazzatura sui marciapiedi o fuori dai cassonetti.

“Basta vedere cosa si trova a due passi dal centro – racconta la signora Patrizia -. Bidoni stracolmi e spazzatura ovunque. Ma in via Roma non si vedono certo questi spettacoli. Se poi penso a quello che paghiamo per la raccolta dei rifiuti mi viene da piangere”. Aspettando di poter festeggiare nuovi traguardi c’è chi segnala le risse in strada, il degrado di Torino Esposizioni, le discariche vicino al Valentino. “Daremo voce ad ogni cittadino” conclude soddisfatto l’autore della pagina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta corre su Facebook, ecco la pagina con i problemi della città

TorinoToday è in caricamento