menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grugliasco, 35 gradi in fabbrica: gli operai scioperano per un'ora

Le temperature africane all'interno delle officine di montaggio e lastratura rendono impossibile il normale svolgimento del lavoro. Tre lavoratrici hanno accusato malori

Temperature africane anche in fabbrica e questa mattina ed oggi pomeriggio, i lavoratori del reparto montaggio e lastratura si sono fermati per un'ora. E' successo alla Maserati ex Bertone di Grugliasco dove, secondo la Fiom, in alcune aree dello stabilimento le temperature hanno superato i 35 gradi e in altre la situazione sarebbe stata aggravata dalle ventole degli impianti di condizionamento degli uffici che scaricano aria bollente in officina. 

Lo sciopero è stato stabilito dopo l'assemblea di questa mattina e dopo che tre dipendenti donne hanno dovuto ricorrere all'infermeria a causa di svenimenti, dovuti a problemi di pressione. Alla riunione, a cui hanno partecipato, secondo la Fiom, circa 600 lavoratori, sono state fatte tre richieste all'azienda, per il momento non accolte. Si tratta di una pausa aggiuntiva di dieci minuti, un impianto di condizionamento e della distribuzione gratuita di acqua refrigerata.

"Non solo il caldo e l'umidità di questi giorni sono eccezionali - ha dichiarato Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom - ma è incredibile che in uno stabilimento totalmente rinnovato e ristrutturato come quello Maserati ex Bertone, non sia stato attrezzato per far fronte a situazioni di questo genere. Ci risulta addirittura che il calore dei condizionatori sistemati negli uffici dei piani superiori scarichi nell'officina del montaggio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento