Grande Torino: tutti i nomi che hanno fatto la storia, dal 1942 a Superga

Quasi tutti i tifosi del Toro conoscono le vittime della tragedia del 1949, ma la storia del Grande Torino è fatta di innumerevoli vittorie e di cinque scudetti consecutivi

Tutti (o quasi) i tifosi del Toro, e molti appassionati di calcio, conoscono a memoria i nomi dei giocatori del Grande Torino che il 4 maggio 1949 perirono nella tragedia di Superga: Valerio Bacigalupo, Aldo e Dino Ballarin, Emile Bongiorni, Eusebio Castigliano, Rubens Fadini, Guglielmo Gabetto, Ruggero Grava, Giuseppe Grezar, Ezio Loik, Virgilio Maroso, Danilo Martelli, Valentino Mazzola, Romeo Menti, Piero Operto, Franco Ossola, Mario Rigamonti, Julius Schubert.

Ma la leggenda del Grande Torino non è solo nel suo drammatico epilogo: è una storia di grandi vittorie, di 5 scudetti consecutivi con l'interruzione della seconda guerra mondiale (1943, '46, '47, '48, '49).

Per questo bisognerebbe conoscere e celebrare i nomi di tutti i giocatori granata che, sotto la presidenza di Ferruccio Novo, portarono il Toro a dominare il calcio italiano. Nel 1949, della rosa facevano parte anche alcuni giocatori che non parteciparono alla tragica trasferta di Lisbona: Franco Audisio (primavera) , Alfio Balbiano, Pietro Biglino, Renato Gandolfi, Antonio Gianmarinaro (primavera), Luigi Giuliano, Sauro Tomà.

La rosa dello scudetto 1942-43 era composta da: Alfredo Bodoira e Filippo Cavalli (portieri); Luigi Cassano, Osvaldo Ferrini (capitano) e Sergio Piacentini (difensori); Fioravante Baldi III, Giacinto Ellena, Cesare Gallea, Giuseppe Grezar ed Ezio Loik (centrocampisti); Pietro Ferraris II, Guglielmo Gabetto, Valentino Mazzola, Romeo Menti II e Franco Ossola (attaccanti). Quell'anno fu vinta anche la Coppa Italia.

La rosa dello scudetto 1945-46 era composta da: Valerio Bacigalupo e Alfredo Bodoira (portieri); Aldo Ballarin, Virgilio Maroso, Sergio Piacentini e Mario Rigamonti (difensori); Eusebio Castigliano, Giuseppe Grezar, Ezio Loik e Alfonso Santagiuliana (centrocampisti); Pietro Ferraris II, Guglielmo Gabetto, Oreste Guaraldo, Valentino Mazzola (capitano fino al 1949), Franco Ossola e Adriano Zecca (attaccanti).

La rosa dello scudetto 1946-47 era composta da: Valerio Bacigalupo e Dante Piani (portieri); Aldo Ballarin, Virgilio Maroso, Mario Rigamonti e Francesco Rosetta (difensori); Eusebio Castigliano, Giuseppe Grezar, Ezio Loik e Danilo Martelli (centrocampisti); Pietro Ferraris II, Guglielmo Gabetto, Valentino Mazzola, Romeo Menti II, Franco Ossola e Guido Tieghi (attaccanti).

La rosa dello scudetto 1947-48 era composta da: Valerio Bacigalupo (portiere); Aldo Ballarin, Virgilio Maroso, Mario Rigamonti e Sauro Tomà (difensori); Eusebio Castigliano, Giuseppe Grezar, Ezio Loik e Danilo Martelli (centrocampisti); Josef Fabian, Pietro Ferraris II, Guglielmo Gabetto, Valentino Mazzola, Romeo Menti II e Franco Ossola (attaccanti).

Gli allenatori sono stati: Andreas Kuttic e successivamente Antonio Janni nel 1942-43; Luigi Ferrero nel 1945-46 e nel 1946-47; Roberto Copernico (direttore tecnico) e Mario Sperone nel 1947-48; Ernest Egri Erbstein (direttore tecnico) e Leslie Lievesley nel 1948-49, sostituiti dopo Superga nel finale di stagione da Roberto Copernico e Oberdan Ussello.

(Nella foto, la formazione del Grande Torino che, prima volta nella storia del calcio italiano, vinse scudetto e Coppa Italia nel 1942-43)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento