Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

La proposta in Sala Rossa: "Gran Madre accesa per la sicurezza dei cittadini"

Non esiste più la bipartizione monumenti di "serie A" e di "serie B". Il Consiglio comunale discute sull'illuminazione pubblica per garantire sicurezza ai cittadini

Che la Gran Madre al buio avesse creato un buco nero poco appetibile per turisti e cittadini, rimasti attoniti davanti ad un monumento, di notte, praticamente inesistente, era cosa ben nota. Molte le polemiche e le reazioni nel constatare che la chiesa fosse stata declassata a monumento di "serie b". Polemiche che sono giunte fino a Palazzo Civico dove ieri ne è nata una fervida discussione.

Grazie ad un accordo con la società Iren siglato nel 2012 è stato infatti possibile risparmiare 160mila euro per l’illuminazione dei monumenti e di 440mila euro per l’intero sistema di illuminazione pubblica, grazie anche a dei momenti in cui, buona parte delle opere artistiche della Città si trovava al buio per più o meno tempo.

In realtà, come afferma Silvio Magliano (Nuovo Centrodestra), le bipartizione dei monumenti di serie A e di serie B si è persa da un pezzo, ed è per tanto necessario stabilire in che modo si debba far funzionare l'illuminazione dei monumenti. Non soltanto per una questione di bellezza e valore storico, ma soprattutto per una questione di sicurezza, dove il monumento diventa punto di riferimento per il cittadino, come afferma Marco Grimaldi (Sel). A pensarla così anche Vittorio Bertola, capogruppo M5S: "C’è un periodo di buio in città al transito prima dell’accensione delle luci- afferma Bertola - E questo grava sulla sicurezza dei cittadini, sul traffico stradale, nei parchi. L’accensione dell’illuminazione pubblica dovrebbe essere anticipata di 10-15 minuti".

Lo spegnimento delle luci dorate che illuminavano la Gran Madre ha quindi generato scompiglio, non soltanto fra i cittadini, ma altresì nelle istituzioni: "ll piano della luce decorativa, fissato con Iren stabilisce che ci sono 182 punti da illuminare, tra cui la Gran Madre - afferma Silvio Viale (Pd)- Si deve decidere quali monumenti della città sono da illuminare e perché".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta in Sala Rossa: "Gran Madre accesa per la sicurezza dei cittadini"

TorinoToday è in caricamento