Detenuto aggredisce un poliziotto: lo graffia al volto poi gli lancia addosso uno sgabello

Dimesso dall'ospedale con una prognosi di 5 giorni

Immagine di repertorio

Ancora un’aggressione nel carcere di Torino nei confronti di un agente. Lo rende noto l’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria): “Un detenuto senza apparente motivazione, mentre veniva accompagnato a visita medica, ha aggredito il poliziotto penitenziario di servizio procurandogli graffi al volto, contusioni alla mano e lanciandogli addosso uno sgabello”.

L’episodio si è verificato alle 11,30 circa di lunedì 25 febbraio 2019. Ad aggredire l’agente è stato un detenuto di nazionalità bulgara, 26enne, in carcere per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Si è reso necessario accompagnare il poliziotto ferito al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maria Vittoria di Torino da dove veniva dimesso con una prognosi di 5 giorni.

Leo Beneduci, Segretario Generale dell'OSAPP, aggiunge: “Si tratta dell’ennesimo episodio di violenza in danno di un appartenente alla Polizia penitenziaria per nulla facenti parte del novero dei rischi professionali come invece vorrebbero far credere gli organi centrali dell’amministrazione penitenziaria. Infatti – conclude Beneduci – rilevante concausa degli atteggiamenti violenti della popolazione detenuta nei confronti del personale e che stanno minando in maniera considerevole non solo la vivibilità lavorativa delle carceri Italiane ma anche i risultati, oramai estremamente scarsi che il carcere Italiano produce in termini di socializzazione, riguarda la sostanziale impunità in termini disciplinari e a volte anche penali di certi comportamenti”. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • ... ancora una volta un'esecuzione mancata....

  • Pestare a sangue lo zingarakkio...e isolamento...un tempo comandavano le guardie carcerarie tanto nessuno se ne sarebbe akkorto

  • Riccardo . se reagiscono trovano il giudice cog....ne che lo incrimina per eccesso di difesa. quindi dalla ragione passa dalla parte del torto. quindi torto x torto speriamo, la prossima volta che succede un fatto del genere, che la reazione di autodifesa sia talmente forte da fare meno uno sulla terra e più uno sotto. cosi capiranno che le regole esistono e vanno rispettate.

  • sti poliziotti neanche un corso di difesa personale hanno, veramente ridicoli

  • legarlo al paraurti posteriore e partire verso il confine,

  • Pulcinella non "può" essere serio.

  • un bel Sant'Antonio

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bombe anarchiche in città: per i giudici solo cinque i responsabili, 18 assolti

  • Video

    ATP Finals, la vittoria della sindaca: "Molti credevano che non fosse possibile"

  • Cronaca

    Si finge medico dell'ospedale per 30 anni: smascherato grazie alla denuncia di una paziente

  • Cronaca

    Soffioni positivi al test della legionellosi, chiuse alcune docce al comando dei vigili

I più letti della settimana

  • Auto contro moto sulla provinciale: morti centauro e automobilista, ferita una ragazza

  • Tragedia nel condominio: uomo si suicida gettandosi dal quarto piano

  • Lite fuori dalla pasticceria, due donne si prendono a botte e finiscono in ospedale

  • Disavventura per due squadre di calcio torinesi: 26 giovanissimi giocatori finiscono in ospedale

  • Malore alla guida, conducente morto nonostante i tentativi di rianimazione

  • Si lancia dal balcone di casa e resta incastrata, un poliziotto riesce ad afferrarla e la salva

Torna su
TorinoToday è in caricamento