menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
glori

glori

Gloria Rosboch, gli arrestati davanti al Gip: "Defilippi ha una personalità disturbata"

Si sono conclusi intorno alle 13, nel carcere di Ivrea, gli interrogatori di garanzia di Gabriele Defilippi, Roberto Obert e Caterina Abbattista

Si sono conclusi intorno alle 13, nel carcere di Ivrea, gli interrogatori di garanzia nei confronti di Gabriele Defilippi, Roberto Obert e Caterina Abbattista, i tre arrestati per l'assassinio di Gloria Rosboch, la 49enne insegnante di Castellamonte scomparsa il 13 gennaio e il cui cadavere è stato rinvenuto venerdì a Rivara in una vasca di scolo di una discarica.

La prima udienza di convalida ha riguardato Roberto Obert, complice e amante del giovane Gabriele Defilippi, ex allievo della vittima, che ha risposto alle domande del Gip Marianna Tiseo confermando quanto dichiarato nel momento del suo arresto la scorsa settimana.

Quanto a Gabriele Defilippi, secondo quanto ha riferito il suo legale Pier Franco Bertolino: "E' in isolamento sorvegliato a vista nel carcere di Torino. Ha una personalità molto disturbata, sicuramente chiederemo delle verifiche". A chi gli chiedeva se il suo assistito avesse confermato le accuse di Obert, che lo indica come l'autore materiale dello strangolamento della donna, il legale ha replicato: "Sono in corso accertamenti, non posso dire nulla".

Sentita anche la madre Caterina Abbatista, che continua a negare ogni addebito. Gli interrogatori si sono svolti alla presenza del procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando. Secondo l'autopsia, eseguita nella giornata di sabato, Gloria Rosboch è stata strangolata con un laccio, forse una sciarpa o un foulard, di tessuto leggero, che non ha lasciato escoriazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento