Sparatoria in corso Moncalieri, famiglia nomina un consulente

I familiari di Giuseppe Virdò faranno analizzare la perizia del medico legale da un esperto. L'obiettivo è quello di chiarire le esatte dinamiche della morte dell'uomo

Il capitolo sulla morte di Giuseppe Virdò non è ancora chiuso.

Il responso del medico legale è stato chiaro: l'uomo che aveva seminato il panico in corso Moncalieri, dopo aver sequestrato un uomo e rubato un'auto, si è sparato da solo. Nessuna pallottola volante degli agenti di Polizia lo ha colpito. Ma la famiglia di Virdò vuole vederci ancora più chiaramente e ha chiesto all'avvocato Wilmer Perga di nominare un consulente che possa analizzare la perizia del medico per chiarire le esatte dinamiche della morte del loro familiare.

Non solo. Ci sarebbero anche altre novità. Un cugino di Giuseppe Virdò a breve consegnerà  alla Procura di Torino, sempre tramite l'avvocato Perga, un filmato girato con il cellulare poco dopo la sparatoria. Questo non dovrebbe screditare la tesi del suicidio, ma potrebbe portare alla luce nuovi dettagli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento