Giocattoli pericolosi venduti nel market: maxi-sequestro

Oltre 300mila articoli

Alcuni dei prodotti sequestrati

Oltre 300mila articoli non conformi o con false etichettature sequestrati, tra cui 35mila giocattoli potenzialmente pericolosi per la salute dei bambini. Questo il bilancio di un intervento della guardia di finanza (hanno proceduto i 'baschi verdi' del Gruppo Torino), che ha scoperto nel market Midea di strada Pinerolo 42 a Cumiana, gestito da un imprenditore cinese, dove venivano venduti, senza alcuna indicazione circa i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose, le modalità di smaltimento e le precauzioni d’uso di sicurezza che i bambini dovrebbero rispettare per giocare senza rischi. La merce sequestrata ha un valore commerciale di 360mila euro.

L’assenza dell’indicazione di un importatore con sede all’interno dell'Unione Europea, comporta, di fatto, l’impossibilità di ricostruire la filiera di
approvvigionamento della merce e quindi di verificare che il fabbricante abbia predisposto la documentazione tecnica comprovante la conformità del prodotto stesso con le normative comunitarie e nazionali.

L'imprenditore deve rispondere di frode in commercio, violazione delle norme in materia di sicurezza dei giocattoli e vendita di cose con impronte contraffatte. Rischia fino a quattro anni di carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento