Cronaca Vallette / Corso Molise

Giardino tra i corsi Molise e Grosseto intitolato alle “Vittime delle foibe”

Il giardino si trova tra i corsi Molise, Grosseto e strada delle Vallette, nel lato adiacente via Ambrosini. Le foibe sono cavità di origine naturale presenti sul Carso, l'altipiano alle spalle di Trieste e dell’Istria

Il giardino "Vittime delle foibe", foto Comune di Torino

Il giardino compreso tra i corsi Molise, Grosseto e strada delle Vallette, nel lato adiacente via Ambrosini, è stato intitolato alle “Vittime delle foibe”. La cerimonia si è svolta questa mattina alla presenza di autorità politiche, civili e militari, con il Gonfalone della Città di Torino.

L'intitolazione è stata voluta per conservarne e rinnovarne la memoria vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Le foibe sono cavità di origine naturale presenti sul Carso (altipiano alle spalle di Trieste e dell’Istria). Alla fine della seconda guerra mondiale le truppe del regime di Tito vi gettarono migliaia di persone, alcune dopo averle fucilate, alcune ancora vive, “colpevoli” di essere italiane o contrarie al regime comunista. Gli infoibati erano prevalentemente italiani, ma tra loro vi erano anche sloveni e croati.

Una legge italiana istituì il Giorno del Ricordo per conservare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe e dell’esodo di 350.000 italiani dalle terre istriane, fiumane e dalmate che dopo il Trattato di pace purtroppo passarono alla Jugoslavia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardino tra i corsi Molise e Grosseto intitolato alle “Vittime delle foibe”

TorinoToday è in caricamento