Giardini Don Gnocchi, il parco giochi è ancora un "cantiere aperto"

Nessuna traccia della giostra che, da mesi, avrebbe sostituire la piramide di corde per l'arrampicata dei bambini nel parco giochi delimitato da corso Grosseto, via Casteldelfino e via Sospello

L'enorme spazio vuoto transennato che genitori e figli hanno deciso di violare stufi di aspettare una nuova giostra da oltre sei mesi.

I frequentatori dei giardini Don Gnocchi stanno ancora aspettando la giostra che, da mesi, doveva sostituire la piramide di corde per l’arrampicata dei bambini. Il parco giochi delimitato da corso Grosseto, via Casteldelfino e via Sospello, infatti, non dispone di altre attrezzature ludiche, ad eccetto della ristretta area giochi per piccolissimi e del campo di calcetto per adolescenti e adulti.

La mancata sostituzione della piramide ha lasciato un enorme spazio vuoto transennato che genitori e figli hanno deciso di violare stufi di aspettare una nuova giostra da oltre sei mesi. La piramide di corde è stata rimossa perché ormai logora, ma l’amministrazione cittadina ha comunicato che verrà sostituita da altri giochi non essendo più considerata sicura a causa di incidenti registrati in altri giardini.

Per l’intera estate il giardino è stato occupato da un enorme ed inutile vuoto, un vero peccato dato che risulta uno dei più frequentati del quartiere Madonna di Campagna e per la sua estensione potrebbe ospitare tante altre attrezzature per il gioco.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

  • Auto in fiamme nella notte: distrutti 5 veicoli in sosta

  • Accoltella il fratello dopo una violenta lite: ferito all'addome e al torace

Torna su
TorinoToday è in caricamento