rotate-mobile
Cronaca

Giancarlo Caselli rivela: "In pensione mi occuperò di agromafie"

Il procuratore capo di Torino, ormai prossimo alla pensione, rivela che ha avuto un'offerta di lavoro interessante, e che crede che accetterà. "Lavorerò perché i prodotti italiani continuino ad avere quel prestigio che è loro riconosciuto nel mondo"

Giancarlo Caselli, procuratore capo di Torino fino al 28 dicembre, andrà in pensione tra pochissimi giorni ma sembra non aver voglia di dire addio al suo lavoro: andrà a dirigere l'osservatorio contro le agromafie di Coldiretti; è lo stesso magistrato a rivelarlo, a margine di un incontro con i ragazzi di Libera.

"Ho già avuto una offerta di lavoro molto interessante che accetterò", ha detto Caselli a riguardo del suo nuovo incarico in Coldiretti. "Lavorerò - ha spiegato - perché i prodotti italiani continuino ad avere quel prestigio che è loro riconosciuto nel mondo, assicurando che non ci siano turbative e inserimenti del crimine organizzato".

Caselli, nonostante il suo nuovo impegno, promette anche di dedicare del tempo alle "150 mila cose che non sono mai riuscito a fare"; tra le quali anche gli hobby: a cominciare dal Torino Football Club, "la mia passione sfrenata".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giancarlo Caselli rivela: "In pensione mi occuperò di agromafie"

TorinoToday è in caricamento