rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Geometra torinese ucciso durante un sopralluogo: gli ha sparato l'anziano inquilino

Colpito mortalmente al petto

Marco Massano, 44enne geometra di Rivoli che lavorava per il tribunale di Asti, è stato ucciso a colpi di pistola nel corso di un sopralluogo per la valutazione di un appartamento in via Asti 20 a Portacomaro d'Asti.

Ad aprire il fuoco contro di lui è stato il 90enne Dario Cellino, ex titolare di un negozio di mobili, che abita nella casa in condizioni di degrado insieme alla figlia 57enne.

La vittima, che era di origine astigiana e aveva anche uno studio di consulenza a Grugliasco, è morta poco dopo all'ospedale di Asti.

L'assassino temeva che il tribunale gli pignorasse la casa. Dopo avere sparato contro il geometra dalla finestra, si è barricato in casa armato fino all'arrivo dei carabinieri che hanno dovuto fare irruzione per disarmarlo. Per la vittima inutile ogni soccorso.

Quando i militari hanno sfondato la porta, pensando che l'uomo si fosse tolto la vita, lui invece, seduto in poltrona e con la pistola in mano, si è arreso.

Ha sparato una o forse due volte con l'arma che deteneva regolarmente, colpendo Massano al petto, senza scampo. Il geometra rivolese lascia la moglie e tre figli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Geometra torinese ucciso durante un sopralluogo: gli ha sparato l'anziano inquilino

TorinoToday è in caricamento