La storia del gelato a Torino: ecco la gelateria più antica della città

Il gelato ha una storia "salata" che dalla Sicilia a Parigi è arrivata fino a Torino, dov'è nata una delle più antiche gelaterie d'Italia, che proprio in questi giorni festeggia un anniversario speciale

La storia del gelato è la storia del dolce italiano più amato nel mondo, ma è curioso notare come un ruolo importantissimo in questa storia ce l'abbia il sale. Perché i primi frigoriferi sono nati nel 1851 ma era già da parecchi secoli che le persone gustavano con piacere dolci rinfrescanti a base di miele o zucchero, frutta e ghiaccio: e il ghiaccio, allora come oggi, col caldo si scioglie.

Questo non avviene però se al ghiaccio si aggiunge il sale, che lo mantiene più a lungo: così anche gli Arabi potevano conservare, in appositi luoghi, il ghiaccio nel periodo estivo. Durante la dominazione araba in Sicilia, intorno al IX secolo, si diffuse così l'uso di mescolare il ghiaccio a frutta e succhi, dando vita a granite e sorbetti: il ghiaccio, considerato l'Etna, non mancava di certo, almeno nel Catanese. Poi nel Seicento la conservazione del ghiaccio (senza elettricità) prese i contorni di un'industria, rendendo quindi possibile la produzione di gelati in maniera professionale. Colui che è considerato l'inventore del gelato è ancora un siciliano, Francesco Procopio dei Coltelli: emigrato a Parigi dalla Sicilia (probabilmente Aci Trezza, nella provincia etnea di Catania), dopo molti esperimenti riuscì a produrre gelati “al gusto d'arancia e di limone” così buoni da ricevere l'esclusiva di vendita dal Re Sole: tutti i più grandi intellettuali parigini sono passati e tuttora frequentano il locale fondato nel 1686 dal siciliano, il celeberrimo “Cafè Le Procope”, oggi un ristorante esclusivo.

Francia e Sud Italia: sono questi gli ingredienti della storia del gelato, ma in effetti anche della storia di Torino. E infatti è a Torino che, tra i mille primati, è nata anche una delle prime gelaterie professionali che ancora oggi realizza gelati artigianali molto apprezzati. Era il 1884 quando fu fondata in piazza Carignano la Gelateria Pepino, dal nome di Domenico Pepino, maestro gelataio originario di Napoli e immigrato a Torino. Pepino cedette poi esattamente 100 anni fa, il 30 giugno 1916, l'attività a Giuseppe Cavagnino e Giuseppe Feletti, che nel 1939 brevettarono il primo gelato ricoperto con lo stecco, il Pinguino. E ancora oggi il trisnipote di Giuseppe, Edoardo Cavagnino, è presidente della società che gestisce questo storico locale, che in questi giorni dà inizio alle celebrazioni per il centenario del passaggio di consegne, con tanto di hashtag ufficiale #PepinoFamily100.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento