menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università: galline per protestare contro il nuovo statuto accademico

Singolare protesta di un gruppo di studenti che ha interrotto il Senato Accademico per manifestare contro il nuovo statuto in via di approvazione

Alcuni studenti oggi hanno bloccato il Senato Accademico come segno di protesta contro il nuovo statuto in via di approvazione. Singolare è stato il modo in cui è stata fatta la protesta, studenti e ricercatori dell'ateneo torinese hanno "occupato" il Senato portando delle galline e affiggendo uno striscione con la scritta "i baroni stanno covando".

Il rettore Ezio Pelizzetti è stato obbligato a sospendere il Senato ancor prima di dare il via ai lavori. Stamani il cda dell'Università aveva approvato la bozza del nuovo statuto che ora deve passare in Senato per l'ok definitivo.

La protesta è rivolta, in modo particolare, alle nuove modalità di formazione del futuro consiglio di amministrazione dell'ateneo. Il cda passa da 15 a 11 membri e prevede la nomina diretta dei membri, anche di quelli, che in una prima bozza, dovevano venir eletti. "Stanno facendo di tutto per impedire la rappresentanza di studenti e ricercatori", dice Daniele Gorgone, studente. "Stanno tornando sui loro passi - spiega ancora Gorgone, componente del cda come studente indipendente - la bozza a cui eravamo arrivati a luglio prevedeva che i 5 interni venissero eletti da tutti i docenti di tutte le fasce, compresi i ricercatori, i tecnici amministrativi e i rappresentanti degli studenti, ora invece li nominerebbe direttamente il Senato. E' l'ennesimo tentativo di non permettere una rappresentanza democratica nell'Universita". I giovani che oggi hanno dato vita alla singolare protesta, con alcune galline in rettorato, hanno fatto sapere che la protesta continuerà ad oltranza, fino a quando non verrà ripresa "almeno la bozza di luglio". Se il nuovo statuto non verrà approvato entro fine mese verranno prorogati, come vuole la legge Gelmini, tutti gli organi, compreso il rettore, in scadenza.
 

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento