menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Delinquenti al rave-party abusivo: non pagano la corsa al taxista e provano a rubargli il cellulare

Telefono recuperato dopo breve inseguimento

Un taxista torinese di 45 anni è stato vittima di un tentativo di furto da parte di un gruppo di giovani punkabbestia che hanno partecipato a un rave-party improvvisato nei boschi di Reano la sera di sabato 12 settembre 2020.

Aveva caricato il gruppetto (ultimo di una chiamata che ha interessato altri due mezzi) alla stazione di Porta Susa. Una volta arrivato a destinazione i sei hanno utilizzato uno stratagemma per ritardare il pagamento della corsa, pari a 50 euro. Con l'aiuto di altre persone partecipanti all'evento abusivo, sono riusciti a farlo uscire dall'auto.

Quando questo è avvenuto uno, infilando una mano in una fessura del finestrino, ha strappato dall'apposito supporto nel veicolo il cellulare di servizio, con cui si gestisce tutto il lavoro, ma è stato inseguito e costretto a gettarlo via dallo stesso taxista, che lo ha poi recuperato. Il gruppetto si è poi dileguato senza pagare e facendo perdere le proprie tracce.

Sul posto è intervenuta poi una gazzella dei carabinieri che ha invitato l'uomo a sporgere denuncia, cosa che avverrà nelle prossime ore. "Ho il filmato a bordo del taxi - racconta il taxista a TorinoToday - e spero che possa servire a identificare gli autori del gesto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento