menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Opel Meriva depredata in via Cordero al Gerbido

La Opel Meriva depredata in via Cordero al Gerbido

Ancora un furto di ruote: la città ha la sua piaga invernale

Nel 2017 una strage

Grugliasco si conferma la capitale dei ladri di ruote. L'ultimo colpo in ordine di tempo è avvenuto la notte di lunedì 25 dicembre 2017 in via Cordero, vicino ai giardini pubblici e all'asilo Casalegno, nel quartiere Gerbido. E' stato poi scoperto poco dopo la mezzanotte dai proprietari della Opel Meriva che è stata colpita soltanto sul fianco destro, a cui sono state sottratte entrambe le gomme. I malviventi sono infatti stati disturbati mentre erano all'opera e sono fuggiti.

Alcuni cittadini hanno avvistato i ladri allontanarsi dopo essersi nascosti dietro alcuni bidoni dell'immondizia. Poco prima del furto è stato notato un personaggio vestito da Babbo Natale, probabilmente il palo della compagnia, che aveva dei sonagli e sparava alcuni petardi. Probabilmente si è trattato di una manovra diversiva per distrarre l'attenzione dopo la mezzanotte. La circostanza, è naturalmente, al vaglio degli investigatori.

La richiesta dei residenti, oltre che di un aumento dei controlli delle forze dell'ordine in zona, è anche di potenziare i dispositivi di illuminazione, che è ritenuta troppo fioca. Si lamenta, inoltre, la scarsa sostituzione di lampioni quando questi restano fulminati.

Grugliasco: la capitale dei furti di ruote

Si diceva che Grugliasco è la capitale dei furti di ruote, almeno nel 2017. All'inizio dell'anno, a gennaio, si è verificato subito un triplice furto in via Cotta, via Vespucci e corso Tirreno (quindi nei quartieri Centro, San Remo e Lesna). Pochi giorni dopo sempre in via Cotta, un episodio clamoroso: la stessa famiglia colpita aveva noleggiato un'auto e anche quest'ultima era stata saccheggiata dai ladri di gomme. Sempre a gennaio un altro episodio analogo in via Milano, stavolta in borgata Paradiso dunque. Dopo la pausa estiva, all'inizio di novembre si è registrato un doppio furto in poche ore in corso Cervi e via Galimberti, in borgo San Giacomo. Poche centinaia di metri di distanza ma quartiere diverso, Santa Maria, per il colpo di metà dicembre, avvenuto in via Di Nanni. Pochi giorni ed ecco l'ennesimo furto, ancora in via Galimberti. Adesso è toccato al Gerbido, che ancora non era stato meta della banda di ladri.

Inutile dire che ormai il fenomeno sia esasperante per la cittadinanza, che vive nella paura di parcheggiare l'auto in strada. Una piaga che, per il momento, sembra essere soltanto invernale: evidentemente si tratta di furti su commissione, magari di qualche gommista (non è detto però che sia della zona).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento