menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba carne e pesce al Lidl per 10 euro, patteggia undici mesi

Ha trafugato due scatolette dal valore di meno di dieci euro e, sorpreso, ha colpito un addetto con una baguette. Questo gli è valso l'imputazione di rapina impropria

Un uomo di 45 anni, di origine marocchina, ha rischiato una pena da tre a dieci anni di reclusione per aver rubato una confezione di carne macinata e una di mazzancolle. Il semplice furto si è infatti trasformato in una rapina impropria perché, scoperto a trafugare gli alimenti da un addetto, lo ha colpito con una baguette.

I fatti si sono svolti nella serata di sabato al supermercato Lidl di via Anastasio Germonio 47. L'uomo, disoccupato da due anni, dopo aver perso il lavoro di meccanico con cui si manteneva, non ha trovato null'altro. E così ha deciso di rubare quegli alimenti per poter mangiare. Proprio questo, unito al fatto che le scatolette avevano un valore di poco inferiore ai dieci euro, gli sono valsi il riconoscimento delle attenuanti generiche, "cosa che succede sempre meno frequentemente", come ci dice il suo legale, l'avvocato Vincenzo Valerio Donato.

Il quarantacinquenne è stato arrestato appena fuori dal supermercato. Dai controlli effettuati è risultato essere in regola con tutti i permessi da oltre dieci anni.

Nella giornata di ieri in Camera di Consiglio il suo avvocato ha chiesto un patteggiamento ad undici mesi, risultato dei tre anni (pena minima) con sottratte le attenuanti generiche e la scelta di andare a giudizio abbreviato. "Venerdì avremo una risposta sulla richiesta di patteggiamento - ci dice ancora l'avvocato Donato -. Questa è subordinata ad una serie di cose che dovrà fare il mio assistito, tra cui il pagare gli alimenti trafugati e il versare una somma di denaro (100 euro, ndr) al lavoratore colpito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento