Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Dal Senegal a Torino per un I-Phone rubato

Quando la ragazza riceve la busta è incredula: il suo telefono è intatto. Una storia curiosa, la testimonianza che i buoni ancora esistono

Le rubano l'I-Phone ai Murazzi. Lo ritrova in Senegal, grazie all'applicazione che consente di rintracciare lo smartphone e riesce a farselo restituire.

La curiosa vicenda, raccontata a Repubblica.it ai danni di una ragazza torinese, risale a qualche mese fa. All'uscita da una festa in un noto locale della movida torinese, la giovane si è accorta di aver perduto il cellulare. Dopo aver rovistato in lungo ed in largo in tutta la borsa e capito che le era stato rubato, ha immediatamente attivato l'applicazione del servizio "Trova I-Phone".

Trascorrono una decina di giorni di silenzio e le speranze di rintracciare il suo telefono svaniscono con il passare delle ore. Fino al 9 aprile, quando, una mail giunta al suo indirizzo di posta elettronica geolocalizza lo smartphone a 4000 chilometri di distanza, in Senegal.

La ragazza è stupefatta, non soltanto per il lungo viaggio che il suo telefono ha compiuto, ma anche perchè, casualmente, fa parte di una associazione di volontariato che raccoglie fondi proprio per quel Paese africano.

Dopo alcuni mesi passati a scambiare mail con il Senegal, arriva la chiamata tanto attesa. Dall'altra parte del telefono c'è un uomo senegalese che le parla con un indefinito accento francese. Dice di avere il suo telefono, ma non di non riuscire a sbloccarlo a causa del codice, anche se lo ha acquistato normalmente e non a poco: "Trecento euro per un pezzo d'Occidente- racconta la ragazza - una vittima come me".

L'uomo senegalese, infatti, non è un ladro e, sicuramente colpito dalla storia, spedisce lo smartphone alla reale proprietaria.

Quando la ragazza riceve la busta è incredula: il suo telefono è intatto. Una storia curiosa, la testimonianza che i buoni ancora esistono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Senegal a Torino per un I-Phone rubato

TorinoToday è in caricamento