Cronaca Chivasso / Via del Pellegrino

Ladri a Torassi di Chivasso tentano di rubare carburante e sabotano un tubo, rischio inquinamento dei rii

Fortunatamente quell'acqua è utilizzata a scopo esclusivamente irriguo

Nella serata di martedì 24 ottobre si è verificato un tentato furto, fallito appunto, di carburante in un oleodotto dell'Eni nella zona di frazione Torassi a Chivasso, che ha rischiato di provocare un disastro ambientale. I malviventi hanno scavato un buco e hanno messo un rubinetto su un tubo che avevano precedentemente forato. Il sabotaggio ha fatto però scattare il sistema d'allarme e sono intervenuti i carabinieri della compagnia cittadina. I ladri sono scappati facendo perdere le proprie tracce.

Il rubinetto, però, è stato trovato aperto con il carburante che fuoriusciva e in un rio sono comparse delle macchie azzurre. Eni ha dato il via alle operazioni di bonifica e ha chiamato i tecnici dell'Arpa Piemonte, che stanno monitorando la situazione. Il Comune ha emesso un’ordinanza per deviare il corso dei rii e delle rogge della zona. Quell'acqua, in ogni caso, era utilizzata esclusivamente scopo irriguo e quindi è escluso che qualcuno l'abbia bevuta.

Continua a leggere su TorinoToday e segui la pagina Facebook

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri a Torassi di Chivasso tentano di rubare carburante e sabotano un tubo, rischio inquinamento dei rii
TorinoToday è in caricamento