Ruba un cellulare e chiede (ben) 20 euro per la restituzione: arrestato

Furto in uno studio medico

immagine di repertorio

Venti euro per la restituzione di un telefono cellulare che aveva rubato alla segretaria di uno studio medico della città. Sono quelli richiesti da un italiano di 40 anni che è stato arrestato per estorsione dai carabinieri della tenenza di Nichelino, dove è avvenuto l'episodio e dove risiede l'autore del ricatto, a fine agosto 2018.

L'uomo era riuscito a intrufolarsi nello studio e ad arraffare l'apparecchio senza che la proprietaria se ne accorgesse. Poco dopo era riuscito a contattarla chiamando lo studio medico e aveva richiesto la non straordinaria somma, concordando un appuntamento per la restituzione. Qui, però, si sono presentati i carabinieri.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

  • Bagnet verd, la tipica salsa piemontese: assaggiatela coi tumin

  • Come combattere la piaga dei punti neri

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Gravissimo incidente in autostrada: un morto e sei feriti, tratta chiusa tre ore

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Accende il gas per preparare il caffé e la cucina esplode: ustionata una torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento