Cronaca Lucento / Via Parenzo, 42

Ladri e vandali colpiscono per l'ennesima volta l'associazione per i bambini: "Difficile andare avanti"

Rubate perfino le zolle di prato

Le zolle portate via dal prato dell'associazione

Raid vandalici continui contro l'associazione Radici e Ali di via Parenzo 42 nel quartiere Lucento. Nell'ultimo fine settimana, sabato 4 e domenica 5 luglio 2020, qualcuno ha portato via le zolle di prato che erano state installate per fare giocare i bambini. L'associazione, attiva da un paio d'anni proprio per i più piccoli, lamenta anche di avere trovato bottiglie di birra in giro e siringhe sulle scale. Gli episodi sono stati denunciati alla polizia locale.

"Ogni weekend è la stessa storia - scrive l'associazione su Facebook -. Ogni lunedì dobbiamo denunciare furti e atti di vandalismo: il prato per i bambini, la rete, i giochi, i pali per il perimetro... Dalla scuola materna ci dicono che lo stesso succede da loro, come si vede dalle foto. Nonostante la presenza dei vigili, questo è lo scenario quotidiano. Nessuno accoglie le segnalazioni... Eppure qui ci stanno solo bambini con la realtà della nostra associazione, gli amici del Laboratorio di Pinocchio e la scuola dell’infanzia. Qualcuno ha a cuore i bambini del nostro quartiere? O a loro è negata la possibilità di vivere in luoghi educativi sicuri? Senza parlare del fatto che questa struttura ha anche un giardino, eventualmente utilizzabile dai bambini, ma lasciato in mano a questi vandali in modo da renderne impossibile l’uso. Noi solo con le nostre forze non ce la facciamo più, anche le amiche della scuola d’infanzia sono stanche della situazione e vorrebbero spostarsi. Il risultato potrà essere solo che ci arrenderemo e che non ci saranno più attività per i bambini in zona...".

furti-vandalismo-associazione-radici-e-ali-via-parenzo-200705-3-2

furti-vandalismo-associazione-radici-e-ali-via-parenzo-200705-2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri e vandali colpiscono per l'ennesima volta l'associazione per i bambini: "Difficile andare avanti"

TorinoToday è in caricamento