Furti, truffe (con la promessa di acquistare preziosi) e un bottino di 400.000 euro: tre in manette

Agivano utilizzando la tecnica del "rip-deal”

Immagine di repertorio

Erano specializzati nelle truffe “rip-deal”, una tecnica che consiste nel promettere l'acquisto di oggetti preziosi in cambio di denaro con valuta estera, promettendo un falso bonus, ed erano riusciti a mettere le mani su gioielli e orologi del valore totale di 400.000 euro. Gli investigatori della Squadra Mobile di Genova li hanno scoperti e arrestati: si tratta di tre uomini di etnia rom di fatto residenti nella provincia di Torino che devono rispondere di furto pluriaggravato in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rip-deal: che cos’è

La tecnica del rip-deal prende il nome dal verbo inglese “to rip”, “strappare”, e dalla parola “deal”, che significa accordo. Un accordo strappato, insomma, che promette falsamente somme di denaro piuttosto grosse, in valute straniere, per l'acquisto di beni e oggetti preziosi. In cambio dell'accettazione delle valute straniere (ma a volte capita che si parli anche di denaro proveniente da reati che va riciclato), il sedicente compratore promette una somma bonus da aggiungere a quella da versare, a patto che il venditore versi a sua volta, prima, del denaro. Un meccanismo complesso da capire sia dall'esterno sia per chi è coinvolto, che ha consentito ai tre di mettere le mani su un bottino da svariate centinaia di migliaia di euro. La Squadra Mobile è però riuscita a riannodare tutti i fili e a risalire alla transizioni economiche, arrivando ai truffatori.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento