Sauze D'Oulx, vari furti in pochi giorni: fermati tre giovani

I Carabinieri di Oulx li hanno identificati grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza. In casa nascondevano merce del valore di 2500 euro

I ragazzi sorpresi dalle telecamere

I Carabinieri della Stazione di Oulx, grazie alle immagini dell'impianto di videosorveglianza, hanno denunciato tre ragazzi del posto, due diciassettenni e un diciottenne per furto. Dopo la denuncia presentata dal titolare di un cantiere edile di Sauze D'Oulx, i militari sono riusciti a identificare i giovani tramite le telecamere, responsabili di tre episodi di furto commessi a pochi giorni di distanza, uno dall'altro in frazione Jouvenceaux.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver raccolto gli elementi necessari, i Carabinieri hanno perquisito le abitazioni dei ragazzi dove è stata ritrovata l'intera refurtiva per un valore di circa 2500 euro. L’attività preventiva contro i reati contro il patrimonio inoltre, ha permesso ai Carabinieri di denunciare un quindicenne di Sauze d’Oulx ritenuto l’autore del furto di un telefono cellulare appartenente ad una coetanea, avvenuto sull’autobus di linea che trasporta gli studenti da Oulx a Sauze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Accoltella alla schiena un uomo seduto su una panchina: arrestato per tentato omicidio

Torna su
TorinoToday è in caricamento