menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantiere maledetto in piazza Foroni, i furti di rame bloccano i lavori

Da un paio di settimane ci sarebbero problemi nell'impianto di illuminazione di via Crescentino. Una situazione che ha costretto la Città a posticipare il trasloco dei banchi

Dopo le recenti proteste e le occupazioni del cantiere da parte degli ambulanti sembrava che tutto fosse pronto per l’inizio dei lavori di riqualificazione di piazza Foroni, fortemente voluti dall’assessorato al Commercio del Comune di Torino. Ma i primi traslochi, programmati per due settimane fa, non sono partiti come da copione. La colpa? Non degli operatori e nemmeno della burocrazia ma dei predoni del rame che hanno saccheggiato i lampioni lasciando al buio via Crescentino. Proprio la via dove era programmato il primo trasferimento. E da due settimane i banchi del mercato attendono di sapere cosa ne sarà del loro futuro.

Senza contare che l’episodio dei furti di oro rosso non è che la prima di una serie di situazioni poco chiare. Per gli ambulanti, infatti, il progetto che prevede la ridefinizione degli spazi destinati alle bancarelle fa già acqua da tutte le parti. In via Crescentino, da via Scarlatti a via Candia, non c’è spazio per il passaggio dei mezzi perché la corsia tra le due fila di banchi è troppo piccola per permettere qualsiasi passaggio. Inoltre alcune piazzole sono state collocate davanti ai passi carrabili.

Un errore imperdonabile che ha mandato su tutte le furie gli operatori, in particolare coloro che hanno scelto anzitempo la postazione. “Questi lavori sono stati fatti con i piedi - dichiara Vincenzo Torraco della commissione ambulanti -. Noi con il trasferimento dovremmo convivere per cinque o sei mesi ma evidentemente al Comune interessa solo spostarci in fretta e furia”. Nessuna notizia nemmeno degli sgravi. “Non abbiamo notizie in merito ma non intendiamo rimanere a guardare” conclude Torraco.

Il cantiere procederà per fasi, in modo da non interrompere mai l’attività del mercato e garantire sempre il posto di lavoro agli operatori. Al termine delle operazioni il mercato tornerà sull’area che occupa attualmente. Gli interventi causeranno ovviamente alcune modifiche alla viabilità. Meno preoccupata è la coordinatrice al Commercio della circoscrizione Isabella Martelli. “Capiamo l’agitazione degli operatori – spiega Martelli -. Nei prossimi giorni parleremo con la Città portando le loro istanze e chiedendo che venga fatta chiarezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento