Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Cesana Torinese

Undici rumeni arrestati per furto di rame, nei loro furgoni 3mila chili di oro rosso

L'organizzazione era tutta domiciliata presso il campo nomadi di corso Tazzoli. E con questo salgono a 38 gli arresti dei carabinieri nel solo 2014

Colti con le mani nella marmellata, sorpresi a rubare rame dalla pista olimpica di bob di Cesana. Undici predoni del rame, tutti di nazionalità rumena, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Susa con l’accusa di furto e ricettazione. Gli sciacalli, abili professionisti nel settore, sono ora sospettati di aver messo a segno decine di colpi in tutta la provincia di Torino. 

I militari, infatti, li hanno trovati in possesso di 2880 chili di cavi di rame. Tre le squadre all’opera, ognuna con il suo furgone e ognuna coordinata da un “mastro” incaricato di scegliere cantieri, fabbriche e ditte da smontare.

Un’organizzazione criminale che pianificava i furti a tavolino, in grado di rubare rame e altri metalli in una sola notte. Gli arrestati avrebbero tutti tra i 32 e i 43 anni, domiciliati nel campo nomadi di corso Tazzoli. I tre furgoni utilizzati per caricare il rame sono stati sequestrati. E nel corso del 2014 risultano già 38 gli arresti dei carabinieri legati ai furti di oro rosso a fronte dei 61 del 2013. In corso, ora, ulteriori indagini per arrivare ai vertici dell’organizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Undici rumeni arrestati per furto di rame, nei loro furgoni 3mila chili di oro rosso

TorinoToday è in caricamento