Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca San Donato / Corso Regina Margherita

La bocciofila "Laghetti" della Pellerina presa di mira dai ladruncoli

Gli anziani del centro "Laghetti" lamentano una serie di furti a ripetizione. Irruzioni che avverrebbero di notte. "Mancano i controlli. E noi non sappiamo più che fare", dichiarano i soci

Una serie di furti a ripetizione sta tenendo sotto scacco gli anziani soci della bocciofila “Laghetti” di corso Regina Margherita, all’interno del quartiere Parella. Misteriosi ladruncoli, infatti, hanno deciso di prendere di mira il piccolo centro presente all’interno del parco Carrara. E così dal centro dei pensionati negli ultimi mesi sono spariti numerosi attrezzi e oggetti. Dai trapani alla macchina da scrivere passando per le prolunghe e addirittura i termosifoni. Oltre a qualche moneta trovata in giro per i locali.

A far arrabbiare è soprattutto il furto dei termosifoni. Così utili durante la stagione invernale, soprattutto per i pensionati che soffrono spesso di reumatismi e dolori vari. E la tecnica utilizzata per i furti è stata sempre la stessa. I balordi hanno prima tagliato la rete di protezione e poi forzato le porte scappando via con tutto il bottino. Un gioco da ragazzi considerando che nel parco di notte non si aggira nessuno, o quasi.

“Siamo arrivati al punto di avere persino problemi con la nostra assicurazione – racconta Emanuele Caruso, il presidente della bocciofila “Laghetti” -. Purtroppo non sappiamo chi siano i colpevoli e tanto meno come fare per individuarli. Per questo chiediamo una mano alle istituzioni e alle forze dell’ordine”. I pensionati del quartiere, intanto, hanno provveduto a denunciare il caso alla polizia e ai carabinieri. Oltre che effettuare dovuta segnalazione alla circoscrizione Quattro.

Nella zona, in passato, i ladri avevano preso di mira anche gli animali dei due laghetti. In particolare le papere. Alcuni esemplari erano persino spariti. Una tecnica già utilizzata in passato lungo le sponde della Dora e al parco Colonetti dove anziani avevano persino trovate delle teste di anatra tra i cespugli. “In questa zona di sera non c’è alcun tipo di controllo – continua uno dei pensionati -. Chi vuole rubare ha vita facile, non si deve neanche sforzare più di tanto. Una situazione difficile che davvero non sappiamo come risolvere“.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bocciofila "Laghetti" della Pellerina presa di mira dai ladruncoli

TorinoToday è in caricamento