Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Corso Regio Parco

Furti a luci rosse nel quartiere Regio Parco. Nel mirino i dvd vietati ai minori

Gli autori sarebbero dei ragazzini. Le telecamere di sorveglianza non lascerebbero alcun dubbio. In difesa delle vittime si è schierata l'associazione commercianti di zona

Furti a luci rosse. E gli autori sarebbero dei ragazzini. Nel quartiere Regio Parco tre distributori automatici presenti nell'omonimo corso sono stati presi di mira da ignoti ladri. Peccato che ad essere svaligiate non siano state le classiche macchinette con le bevande e con i dolci bensì quelle contenenti profilattici e dvd ad alto contenuto pornografico.

I viziosi ladruncoli – che secondo la versione di un commerciante sarebbero proprio quattro ragazzini – avrebbero utilizzato il solito tombino per spaccare le vetrate e delle pinze per rubare le monetine. “Le telecamere di sorveglianza hanno registrato tutto – racconta Maurizio, il titolare delle macchine nonché la vittima di questa storia -. Sembra incredibile ma questi delinquenti avranno sì e no dieci anni. Li ho visti chiaramente io con i miei occhi. Probabilmente dietro c’è qualcuno che li manovra, sicuramente adulti senza scrupoli”. I ragazzini, che forse volevano movimentare una serata noiosa, hanno agito in pochi minuti. Prima hanno preso di mira le vetrine. Successivamente hanno pensato di forzare anche la serratura per arraffare le monete e parte del materiale hard.

Per i negozianti del quartiere si tratta dell’ennesimo colpo. E i proprietari, ormai disperati, non sanno più a che santo appellarsi per difendere le loro attività. “Non è la prima volta che i ladri si intrufolano nei nostri negozi per rubare – continua Maurizio -. Questi atti vandalici stanno davvero cominciando a pesare sulle nostre tasche. In periodo di crisi non possiamo sempre pagare i danni causati dai criminali”. Giorni fa, inoltre, alcuni ragazzini – forse sempre gli stessi – hanno spaccato gli specchietti di alcune macchine in sosta.

In difesa degli esercenti della zona scende anche l’associazione commercianti “Una finestra su Regio Parco”. “Ci sono troppe roulotte che bazzicano nelle nostre vie – spiega il presidente Michelangelo Gulli -. Al contrario sono pochi, pochissimi, i controlli. Non sottovalutiamo questo problema e facciamo qualcosa prima che la situazione diventi insostenibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti a luci rosse nel quartiere Regio Parco. Nel mirino i dvd vietati ai minori

TorinoToday è in caricamento