menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Facevano sparire ricambi dei veicoli Maserati e Cnh per rivenderli al mercato nero: arrestati due dipendenti infedeli

Nei guai altre tre persone

Avevano costituito un’organizzazione dedita al furto ed alla ricettazione di ricambi e componenti per auto e veicoli industriali del gruppo Fca che venivano immessi nel mercato parallelo soprattutto estero. A finire nei guai sono stati due dipendenti infedeli del gruppo (ora Stellantis, che ha collaborato con gli investigatori ed è vittima dell'accaduto) nel magazzino ricambi di Torino Mirafiori, che sono stati messi ai domiciliari a inizio marzo 2021, e altre tre persone, un vettore addetto alle consegne e due che si occupavano della vendita finale a ricettattori compiacenti; per tutte queste è stato disposto l'obbligo di firma.

L’indagine è partita nel gennaio del 2020 quando, nel corso di un’altra attività investigativa, era emerso un furto di un ingente quantitativo di ricambi per veicoli industriali del marchio Cnh Industrial, che stavano per essere spediti ad un rivenditore compiacente per essere immessi sul cosiddetto mercato nero. Dopo alcune investigazioni mirate con l'uso di intercettazioni telefoniche e apparecchiature gps, a luglio e dicembre 2020 sono stati eseguiti altri due sequestri di ricambi per auto del marchio Maserati in procinto di essere spediti nel Regno Unito.

I due dipendenti infedeli, approfittando della loro mansione, facevano sparire parte dei componenti destinati al primo equipaggiamento dei veicoli Maserati Ghibli e Levante, facendoli uscire dallo stabilimento per immetterli nel mercato parallelo grazie alla compiacenza del un vettore. Il valore dei ricambi trafugati è di 350mila euro. Le perquisizioni eseguite hanno permesso di sequestrare alcuni ricambi di auto e diverse scatole vuote, che in origine contenevano ricambi nuovi, nonché supporti informatici (telefoni cellulari e personal computer) contenenti numerose fotografie dei vari pezzi di ricambio e dei rispettivi imballaggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento