Cronaca Pinerolo

Kit elettronico per clonare le chiavi, presi i “maghi” dei furti senza scasso

In manette quattro componenti di una banda, tutti georgiani. Decine i furti perpetrati in provincia di Torino

Riuscivano ad aprire le serrature senza distruggerle, al punto che i padroni di casa pensavano che a rubare fosse la colf o addirittura qualche familiare. 

A finire in manette sono stati quattro ladri d’appartamento provenienti dalla Georgia, arrestati dai carabinieri di Pinerolo e ritenuti responsabili di decine di furti senza scasso - il cosiddetto "key bumping" - perpetrati in provincia di Torino. 

Il modus operandi della banda era il seguente: studiavano attentamente le vittime da derubare, memorizzando le loro abitudini e anche quelle dei vicini. Dopodiché focalizzavano l’attenzione sulle serrature delle case e creavano una chiave apposita per aprirle modificando i loro spadini, cacciaviti e grimaldelli. Solitamente, prediligevano refurtiva non particolarmente ingombrante e facilmente trasportabile in uno zaino, come gioielli, computer portatili, macchine fotografiche e posate d’argento.

Al termine degli arresti, i carabinieri hanno sequestrato il “kit elettronico” per la clonazione delle chiavi (ECCO IL VIDEO), oltre a diversa refurtiva. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kit elettronico per clonare le chiavi, presi i “maghi” dei furti senza scasso

TorinoToday è in caricamento