Cronaca

Presa la "banda dei muratori", sospettati di oltre 20 furti nell'alto canavese

Gli indagati andavano alla ricerca di eventuali casseforti da “smurare”, utilizzavano sempre i guanti, per non lasciare impronte digitali e per comuncicare utilizzavano un linguaggio criptato per paura di essere intercettati

Sfruttavano il proprio lavoro di muratore per studiare attentamente le loro vittime, in modo da introdursi negli appartamenti da razziare con estrema facilità. L'ingresso nelle case da svaligiare, infatti, avveniva quasi sempre di notte mediante l'eliminazione dei pannelli delle porte o dei vetri delle finestre. I respondabili, un albanese di 31 anni e due italiani di 24 e 49 anni, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Cuorgnè, dopo mesi di indagini, per furto in abitazione. Gli indagati andavano alla ricerca di eventuali casseforti da “smurare” e utilizzavano sempre i guanti, per non lasciare impronte digitali.

L’attività d’indagine condotta dai militari, sotto la direzione della Procura di Ivrea, è iniziata nel maggio 2015 e si è conclusa nel novembre scorso con l’accertamento dell’esistenza di una banda criminale italo-albanese specializzata in furti in abitazione a Cuorgnè e alto canavese. Nello specifico i militari hanno individuato i responsabili come gli autori di almeno due furti in abitazione, avvenuti il 22 e il 24 maggio scorsi a Cuorgnè, frazione Salto. In entrambi i casi erano stati rubati numerosi orologi, monili in oro, bigiotteria, telefoni cellulari di marca, il tutto per un valore complessivo di circa 10mila euro. La refurtiva è stata venduta ai compro oro della zona. Dalle attività tecniche è emerso che gli indagati, temendo di essere intercettati al telefono, utilizzavano un linguaggio criptato numerico e schede telefoniche intestate a persone inesistenti o comunque soggetti non a loro riconducibili.

La banda è accusata di due furti, ma si ritiene che possa aver commesso almeno 20 furti, due colpi alla settimana, intervallati da numerosi sopralluoghi, realizzati  con lo stesso  modus operandi e compiuti ai danni di altre abitazioni di Cuorgnè e dell’alto canavese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa la "banda dei muratori", sospettati di oltre 20 furti nell'alto canavese

TorinoToday è in caricamento