Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Crocetta / Via Arquata

Un deposito di carrelli rubati scoperto nelle cantine Atc di via Arquata

La segnalazione è arrivata all'Atc grazie ad un anonimo residente di zona. I controlli dell'Agenzia hanno poi portato al ritrovamento di numerosi carrelli

Carrelli rubati e case popolari, un binomio “vincente” stando agli ultimi dati forniti dall’agenzia di corso Dante. Dopo il caso di zona Lucento, segnalato pochi giorni fa, le attenzioni si sono riversate sul quartiere Crocetta dove è stato scovato scoprire un altro deposito abusivo di merce, prima sottratta ai supermercati e ai clienti onesti e poi nascosta tra cantine e locali caldaia. In barba a tutte le leggi.

I carrelli, insomma, non farebbero gola ai soli inquilini delle case popolari di corso Grosseto e di corso Cincinnato. Il caso ultimo è proprio quello sopracitato di via Arquata dove un ennesimo furto di carrelli è stato denunciato dall’Atc. E tutto grazie ad una segnalazione di un residente, avvenuta proprio poche ore dopo la nostra prima denuncia. “Nei nostri cortili abbiamo visto parecchia gente portar via della merce. Intervenite!” Così nel corso di un immediato sopralluogo al civico 15 i tecnici di corso Dante hanno scoperto una delle porte del locale macchine dell'ascensore forzata con un piede di porco.

All'interno una decina di carrelli provenienti con tutta probabilità dal vicino supermercato Carrefour di corso Bramante. Atc ha dunque provveduto a contattare il supermercato per restituire i carrelli. Poi gli operai hanno provveduto alla riparazione della serratura, per evitare nuove sorprese. I controlli, tuttavia, continueranno nei prossimi giorni. Rigorosamente a sorpresa.

Lo stesso finale che si augurano anche gli inquilini delle torri di corso Grosseto. Dopo la denuncia di alcuni supermercati e del comitato inquilini di zona è partita la caccia ai banditi che avrebbero saccheggiato due parcheggi portando via qualcosa come cinquecento carrelli, mettendo a dura prova qualsiasi stratagemma anti taccheggio. Un bottino accumulato soltanto nell’ultimo anno e già costato alle casse dei supermercati una cifra pari a 50mila euro. Ossia circa cento euro al pezzo. Per non parlare delle ripetute minacce partite dai ladri dei carrelli all’indirizzo delle guardie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un deposito di carrelli rubati scoperto nelle cantine Atc di via Arquata

TorinoToday è in caricamento