Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Parella / Via Salbertrand

La bocciofila preda dei ladri golosi: "Ci rubano cibo e alcolici"

Gli anziani soci del centro di via Salbertrand continuano a convivere con una banda di briganti che ha già saccheggiato i locali quattro volte

Liquori, cibo e possibilmente soldi. Una banda di ladruncoli sta tenendo sotto scacco gli anziani soci della bocciofila nord di via Salbertrand, all’interno del quartiere Parella. Una serie di furti a ripetizione ad opera di ignoti. Ma nel mirino non sono finiti il rame o la ghisa bensì le cucine e i saloni. Ma perché? La spiegazione è semplice. Ai predoni non interessano tanto le bocce o gli attrezzi del mestiere quanto il cibo e le bevande, in particolar modo i liquori. Così a sparire di recente sono stati gli alcolici e tutto il cibo lasciato nella dispensa.

“E’ la quarta volta che subiamo un furto – racconta Giorgio Traversa, il presidente della bocciofila -. Purtroppo entrano passando dai nostri campi e non sappiamo chi siano i colpevoli e tanto meno come fare per individuarli. Per questo chiediamo una mano alle istituzioni e alle forze dell’ordine”. La tecnica utilizzata per i furti è sempre la stessa.

Furti bocciofila via Salbertrand

I balordi prima tagliano la rete di protezione e poi forzano le finestre scappando via con tutto il bottino. Un gioco da ragazzi considerando che intorno alla bocciofila di notte non si aggira nessuno, o quasi. Ma i danni, ogni volta, sono tanti. Tra buchi nel muro e serramenti fatti a pezzi. “E le riparazioni non sono certo gratis” sbotta un anziano.

I pensionati del quartiere, intanto, hanno provveduto a denunciare l’ennesimo raid alla polizia. Ma nella zona, in passato, i ladri avevano preso di mira anche altri luoghi d’aggregazione, come quello del parco della Pellerina. In quel caso, però, a sparire erano stati i termosifoni e gli attrezzi. Non si contano nemmeno, infine, i furti delle bocce. A fare gola sarebbe proprio quella lega di bronzo che per pochi euro può essere tranquillamente rivenduta al mercato nero.

Un danno, in questo caso, più affettivo che economico. “L’allarme è entrato in funzione – continua Traversa -. E sono sicuro che nei palazzi qui a fianco qualcuno lo ha sentito. Purtroppo chi vuole rubare ha vita facile, non si deve neanche sforzare più di tanto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bocciofila preda dei ladri golosi: "Ci rubano cibo e alcolici"

TorinoToday è in caricamento