Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca San Paolo / Corso Racconigi

Il quartiere San Paolo nel mirino dei topi di appartamento

I residenti del quartiere hanno affisso dei volantini per chiedere più sicurezza e più controlli. Nel mirino una banda di topi d'appartamento

I topi d’appartamento preoccupano la circoscrizione Tre costringendo così uomini e donne a trasformarsi in sentinelle per ostacolare i delinquenti che stanno tenendo sotto scacco l’intero quartiere San Paolo. Tra corso Racconigi, corso Peschiera e corso Vittorio Emanuele è allarme per una serie di furti operati negli ultimi mesi da una presunta banda composta da implacabili topi d’appartamento. Il moltiplicarsi degli alloggi svuotati ha costretto alcuni residenti a prendere carta e penna per preparare una vera e propria controffensiva. 

Basta transitare nei pressi di corso Racconigi e corso Rosselli per notare una serie di volantini affissi sui muri. Nell’avviso si invitano i cittadini della zona a prestare attenzione a chi sosta davanti alle abitazioni, a chi suona i campanelli chiedendo di mettere della pubblicità in buca, a chi chiede soltanto delle informazioni e, soprattutto, a persone estranee che spacciandosi per operai potrebbero avere facile accesso agli alloggi. Ma non solo.

I residenti del quartiere vengono invitati ad affacciarsi dai balconi nel tentativo di individuare i furbetti che ad oggi non hanno ancora un nome ed un cognome. “Non aprire più agli estranei che suonano i campanelli nella speranza che qualcuno apra loro la porta cadendo così nel tranello – si legge nel breve testo -. Si sono verificati troppo furti in appartamento nelle ultime settimane. E’ ora di dire basta”.

I messaggi d’avvertimento spronano la gente a denunciare i furti e a non nascondersi nel silenzio. Soltanto alcuni mesi fa, nei pressi di piazza Robillant, un altro gruppo di residenti aveva affisso dei volantini per denunciare la comparsa di strani segni sui citofoni degli appartamenti. Messaggi criptati trovati fuori dagli stabili. Un linguaggio da ladri, di quelli utilizzati di solito per “marchiare” il territorio.  “Potremmo avere a che fare con degli specialisti. Se vedete della gente sospetta avvisate il commissariato più vicino” conclude lo sconosciuto autore della lettera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il quartiere San Paolo nel mirino dei topi di appartamento

TorinoToday è in caricamento