Cronaca Bertolla / Strada di San Mauro

Dopo i campi di granoturco nel mirino dei ladri gli animali degli orti

I soliti ladruncoli di periferia stanno facendo il bello e il cattivo tempo a discapito dei gestori degli orti urbani. Da alcuni campi sarebbero sparite addir ritura le galline, i conigli e i pulcini

Non bastassero i furti nei campi di granoturco ignoti delinquenti hanno deciso di prendere di mira anche gli animali. Lo hanno imparato a loro spese i gestori degli orti dei quartieri Barca e Bertolla. La tecnica utilizzata dai ladri degli animali è più o meno sempre la stessa. Prima i furfanti entrano nella cascina di turno scavalcando il cancello, poi narcotizzano i cani di guardia per evitare che i guaiti sveglino i padroni e infine portano via tutto il bottino con l'aiuto di un camioncino. Per mangiarli, secondo alcuni. Per rivenderli al miglior offerente secondo altri.

La sorpresa, i poveri coltivatori, la scoprono soltanto il giorno dopo l'accaduto. Quando ormai è troppo tardi per intervenire. Ma chi siano i responsabili di tali bravate è ancora oggi un mistero. “Dalla Bertolla sono sparite delle galline e addirittura dei pulcini – denuncia un anziano del quartiere -. Magari i colpevoli sono le stesse persone che in passato hanno depredato le aziende e i negozi della zona. Ci piacerebbe saperlo ma ora come ora non ne abbiamo le prove”.

Tuttavia nella periferia nord di Torino la rabbia è tanta. Secondo alcuni coltivatori i responsabili potrebbero essere i rom che bazzicano quotidianamente tra la baraccopoli di lungo Stura Lazio e i campi di via Germagnano. “Chi commette questo tipo di reati lo fa solo per mangiare – aggiunge con certezza Alessandro, un residente di strada San Mauro -. Infatti non mi stupirei se si trattasse dei soliti nomadi che ogni giorno fanno avanti e indietro su queste strade rubando persino il granoturco”.

L’aumento della criminalità in periferia non sta sfuggendo nemmeno all’attenzione dei consiglieri della Lega Nord della circoscrizione Sei Enrico Scagliotti e Alessandro Ciro Sciretti . “Vista la pericolosa ondata di furti chiediamo ai cittadini di segnalare qualsiasi movimento sospetto – spiegano i due consiglieri -. Qualsiasi indizio, anche se apparentemente insignificante, potrebbe aiutare le forze dell’ordine a risolvere l’indagine”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo i campi di granoturco nel mirino dei ladri gli animali degli orti

TorinoToday è in caricamento