Cronaca Centro

60 Kg di botti e razzi custoditi abusivamente, padre e figlio denunciati

Sono i titolari di un'armeria del centro cittadino

Il materiale sequestrato

Padre e figlio sono stati denunciati per detenzione abusiva di materie esplodenti. Sono i gestori di un’armeria situata nel centro cittadino e in una delle tre cantine in loro uso avevano depositato 60kg (di cui 13 kg circa di massa attiva esplodente) di fuochi d’artificio.

Subito il titolare della licenza ed il padre, legale rappresentante, alla domanda del personale della Polizia Amministrativa e Sociale se nello stabile vi fossero cantine a loro in uso, rispondevano più volte di no. Successivamente i due, messi al corrente delle possibili sanzioni, ammettevano agli investigatori di averne tre. In una di queste sono stati rinvenuti e sequestrati razzi e botti di vario tipo, dai nomi caratteristici, come “Tempesta nel deserto”, “New Atomica” e “Tuono di mezzanotte”. 

Il materiale esplodente è da considerarsi detenuto per fini illeciti, in quanto avrebbe dovuto essere custodito in un deposito autorizzato, ma il titolare della licenza dell’armeria, che ha già precedenti specifici, ha preferito custodirlo abusivamente nella propria cantina. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

60 Kg di botti e razzi custoditi abusivamente, padre e figlio denunciati

TorinoToday è in caricamento