menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'uomo è stato ucciso a Rivalba, in provincia di Torino

L'uomo è stato ucciso a Rivalba, in provincia di Torino

Omicidio di Paolo Pilla, ieri celebrati i funerali

Non ha ancora un nome l'omicida dell'informatica torinese. La principale ipotesi resta quella di un delitto maturato negli ambienti della ricettazione, ma non si escludono altri contesti

Dopo quasi un mese dal delitto sono stati celebrati ieri a Torino i funerali di Paolo Pilla, il tecnico informatico di 34 anni, ucciso con tre colpi di pistola e sepolto nei boschi di Rivalba  all'inizio di agosto. Le esequie si sono svolte nella parrocchia di Santa Giulia, vicino all'abitazione in cui l'uomo viveva con la madre Agata e il fratello Giuseppe, entrambi in prima fila durante la cerimonia funebre. Presente anche l'ex convivente, Emanuela Pulizzi, che ha avuto un figlio dall'uomo e che ne aveva ritrovato il cadavere insieme a un vicino.


"In questo momento - ha detto il parroco don Annibale nell'omelia - tutti ci auguriamo, e la madre di Paolo si augura, che mai più il male, l'odio e l'oscurità possano prevalere sull'amore di Dio". Dopo le esequie il corpo di Pilla è stato tumulato nel cimitero Monumentale di Torino. Continuano le indagini dei Carabinieri e della Procura. La principale ipotesi resta quella di un delitto maturato negli ambienti della ricettazione, ma non si escludono altri contesti. La svolta potrebbe arrivare dai risultati delle analisi dei Carabinieri del Ris di Parma, che pochi giorni dopo il delitto avevano fatto un sopralluogo nel bosco di Rivalba per raccogliere indizi. (ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento