menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gian Franco Bianco, "figlio del Piemonte": venerdì l'ultimo saluto a Borgo San Dalmazzo

Come non ricordare "Dal campanile ai grattacieli", quando il volto del Tg3 intervistò i piemontesi emigrati in America

I funerali del giornalista Gian Franco Bianco, morto nella notte tra martedì è mercoledì dopo una lunga malattia, si terranno domani, venerdì 1° luglio, alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di Borgo San Dalmazzo (Cn).

Gian Franco Bianco è stato per oltre trent'anni, dal 1982 al 2014, uno dei volti più familiari per tutti i piemontesi che seguono il tg3 regionale. E come sanno molti piemontesi, tra le passioni del giornalista nato a Borgo San Dalmazzo nel 1952 c'era l'America, dove si recava spesso, sia per motivi privati sia per servizi giornalistici.

In particolare Bianco era legato a Buenos Aires, all'Argentina terra di emigrazioni di moltissimi nostri corregionali. Ma la sua ricerca dedicata ai 2,2 milioni di piemontesi costretti a lasciare la terra d'origine tra 1860 e 1961 non si è limitata all'America Latina, spingendosi negli Stati Uniti. È negli USA, infatti, che Gian Franco Bianco nel 2009 è stato, insieme a Paolo Girola e Stefano Rogliatti, regista del documentario "Il sogno americano, dal campanile ai grattacieli".

"Capis mezzdì?" "Un prus parej" e tante espressioni in piemontese con un forte accento americano: ecco Gian Franco Bianco in giro per gli States a intervistare figli del Piemonte che, anche a migliaia di chilometri e a decenni di distanza, non hanno dimenticato la terra madre.

Il Sogno Americano. Dal campanile ai grattacieli. Il film (completo) from Stefano Rogliatti on Vimeo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento