Cronaca

Cortei in piazza Castello, lacrimogeni e cariche contro gli antagonisti

Durante le manifestazioni oggi in piazza Castello, lacrimogeni sono stati lanciati in direzione del corteo degli studenti, dopo il lancio da parte di questi di bottiglie e pietre verso le forze dell'ordine

Attimi di tensione stamane in piazza Castello a Torino, dove si è svolto il corteo di manifestanti di Fiom-Cigl, accompagnati da un folto gruppo di studenti - circa 300 - che, giunti davanti a Palazzo Madama, hanno cominciato a lanciare bottiglie di vetro, pomodori ed uova piene di vernice con l'obiettivo di sfondare il battaglione della Polizia eretto a protezione del Teatro Regio. Nel pomeriggio di oggi, infatti, nel famoso teatro torinese si svolgerà il vertice internazionale dei ministri europei.

Gli animi si sono agitati finchè il cordone delle forze dell'ordine ha provveduto ad allontanare le fila degli scioperanti attraverso il lancio di diversi lacrimogeni.

In piazza Castello era da poco giunto il corteo di lavoratori partito da Porta Susa, all'interno del quale vi erano diversi rappresentati delle più famose aziende Torinesi. Il corteo degli studenti, invece, è arrivato in coda e mentre dal palco i rappresentanti di Fiom-Cigl parlavano ai manifestanti, sono iniziati i tafferugli. Bombe carta, petardi, bottiglie di birra, pomodori e uova piene di vernice. La carica delle forze dell'ordine è partita compatta verso gli studenti, alcuni incappucciati, alcuni a volto coperto.

(L'articolo prosegue dopo la galleria fotografica)

Intanto scattano le polemiche. "Abbiamo avuto una netta percezione che ci sia stato un eccesso di reazione da parte delle forze dell'ordine, in particolare quando sono stati lanciati lacrimogeni in direzione del palco - afferma il segretario generale della Fiom torinese, Federico Bellono -. Ho chiesto al questore un incontro, gia' oggi, per farglielo presente".

Al momento, intanto, sono cinque le persone fermate, un sostituto commissario ferito da un fumogeno e tre poliziotti appartenenti al Reparto Mobile di Padova che hanno riportato ferite in seguito allo scoppio di bombe carta. Un operatore ha riportato ferite alla gamba ed è stato accompagnato in un nosocomio cittadino per le cure del caso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortei in piazza Castello, lacrimogeni e cariche contro gli antagonisti

TorinoToday è in caricamento