Fumi tossici dai campi rom, i cittadini: "Siamo lasciati soli, è una vergogna"

I roghi si verificano almeno un paio di volte la settimana. Complice il vento, in alcuni giorni, l'aria è davvero irrespirabile, tanto da far bruciare la gola

foto di Massimiliano Berri

Fumi tossici che s'innalzano al cielo ed invadono l'intera zona limotrofa, tanto che la nube nera e fuliginosa è visibile perfino da Venaria.

E' questa la situazione che i residenti sono costretti a sopportare da anni, a causa delle esalazioni provenienti dai roghi del campo nomadi sito lungo la strada provinciale che porta a Borgaro Torinese.

Hanno già fatto di tutto, petizioni, segnalazioni: hanno interpellato i comuni di Venaria, Borgaro, Torino, senza risultati. "I roghi si verificano almeno un paio di volte a settimana - ci racconta un cittadino di Venaria - complice il vento, in alcuni giorni, l'aria è davvero irrespirabile, tanto da far bruciare la gola".

Non ci stanno i cittadini della zona: hanno raccolto un migliaio di firme, un pezzo di carta che, con tutta probabilità, si è inabissato insieme a tutte le altre lamentele. "Ci siamo rivolti ai vigili del fuoco e ci hanno detto che la loro competenza si esaurisce laddove viene spento il rogo - continua il cittadino -. Ci siamo rivolti al Comune di Venaria il quale ci ha ribadito che la questione non fa' parte della loro giurisdizione, così come il Comune di Borgaro e Torino. Siamo stanchi: l'indifferenza delle istituzioni è vergognosa".

Siamo in una zona residenziale, dove vivono famiglie e bambini, dove anche portare a spasso il cane, diventa un'impresa ardua quando il vento trasporta le esalazioni tossiche fino in città.

"Possibile che non ci siano delle soluzioni da adottare? - si chiedono i cittadini -. Si potrebbero, almeno, aumentare i controlli quotidiani della polizia come avviene già in altri campi rom".

Le soluzioni ci sarebbero, come si sono più volte espressi alcuni consiglieri comunali anche relativamente a situazioni analoghe in altri campi nomadi di Torino: "Ricostruire e far pagare gli occupanti come tutti i cittadini - afferma Fabrizio Ricca (Lega Nord) -. Da qualche parte si deve pur partire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento