Cronaca

Cooperative e consorzi nei guai. Frode in appalti per facchinaggio

Fatture false per 45 milioni di euro e mancati versamenti di Iva per oltre 9 milioni. La Guardia di Finanza sta eseguendo decine di perquisizioni, in Torino e Provincia, presso consorzi e cooperative

Decine di consorzi e cooperative di Torino e provincia da questa mattina sono nei guai. La Guardia di Finanza ha iniziato infatti diverse perquisizioni per accertare il reato di frode negli appalti di servizi di facchinaggio e movimentazione merci.

Secondo l'accusa il sistema fraudolento sarebbe in piedi da anni. In base a quanto accertato dalle Fiamme Gialle, il soggetto economico che fornisce servizi di facchinaggio e movimentazione merci, si aggiudica le commesse offrendo condizioni economicamente vantaggiose, in quanto utilizza personale 'formalmente' in carico a delle cooperative. Ed è qui che nasce il problema. Le cooperative non ottemperano agli obblighi fiscali e al tempo stesso forniscono le fatture e i documenti di costo che consentono alla società di servizi di conseguire l'indebito vantaggio tributario.

L'operazione contro i consorzi e le cooperative è portata avanti dal Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza ed è coordinata dalla Procura della Repubblica. Da quel che risulta sono state fatte fatture false per 45 milioni di euro e mancati versamenti di iva per 9 milioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cooperative e consorzi nei guai. Frode in appalti per facchinaggio

TorinoToday è in caricamento